Bere sciroppo d'acero aiuta le foreste canadesi

Utilizzare lo sciroppo d’acero fa bene a noi e al nostro pianeta.

Possiamo contribuire tutti insieme al benessere del nostro pianeta e alla salvaguardia dell’ecosistema terrestre?
Certamente! Ed è anche semplice oltre che piacevole e gustoso.

Cosa dobbiamo fare? Un piccolo ma importante gesto: aggiungere solamente un cucchiaino di sciroppo d’acero nel tè o nel caffè al mattino oppure preparare deliziose ricette, guarnendo ad esempio pancake e waffle anziché addentare il solito cornetto. Un grande traguardo, se pensi che hai dovuto solamente fare colazione.

Ti starai chiedendo come sia possibile tutto questo. Semplice! Recenti studi effettuati da Groupe AGE’CO e dalla Federazione dei Produttori di Sciroppo D’acero del Quebec hanno rivelato che le foreste canadesi di sciroppo d’acero sono delle vere e proprie centrali elettriche ecologiche. Si tratta di foreste protette da leggi del Quebec, secondo le quali “le foreste sono utili ed essenziali al benessere dell’uomo, non potendo essere altrimenti sostituiti da tecnologie artificiali“.

Il loro valore è di 2,1 miliardi di dollari: la loro semplice esistenza consente ogni anno di compensare le emissioni di carbonio di 770,000 veicoli, un terzo delle auto che circolano a New York.

Ma tutto questo ancora non basta. In Canada ci sono ben 53 milioni di aceri non ancora coinvolti nella produzione di sciroppo d’acero e privi di protezione da parte della legge; quindi potrebbero essere disboscati in qualsiasi momento, privando le generazioni future dei loro benefici ecologici.

Per questo motivo abbiamo bisogno più che mai del tuo aiuto.

Pensa ogni volta che in una famiglia una persona sceglie di usare lo sciroppo d’acero al posto dei dolcificanti tradizionali, 2 nuovi aceri vengono avviati alla produzione e messi sotto protezione legale.

Ecco perché:

Bere sciroppo d’acero aiuta le foreste canadesi.

Immagina se lo facessimo tutti! Acquista anche tu il tuo sciroppo d’acero preferito

Bere sciroppo d'acero aiuta le foreste canadesi

Fonte