MAPLE BLOG

Gradi dello sciroppo d’acero: tutto quello che c’è da sapere

gradi dello sciroppo d'acero

Esistono due tipi di classificazione dello sciroppo d’acero: la classificazione americana e quella canadese. Benché i criteri utilizzati siano molto semplici, spesso è facile fare confusione.

In realtà, l’unica differenza tra i due tipi di classificazione è la terminologia.

Il sistema utilizzato dagli americani si basa sulle lettere (A, B e C) mentre quello canadese usa i numeri (1, 2 e 3).

Entrambe le classificazioni si basano invece sulla translucenza dello sciroppo d’acero, ovvero sulla percentuale di luce che attraversa un campione di sciroppo d’acero. 

Ciascun campione deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • non deve fermentare;
  • deve avere un colore chiaro ed uniforme;
  • deve avere un sapore corrispondente al suo grado di colorazione;
  • non deve avere un cattivo odore o un cattivo retrogusto

A partire dal 1° gennaio 2016 il governo canadese ha emesso un nuova nuova classificazione dei vari gradi dello sciroppo d’acero, in particolare: il GRADO A nella variante ‘Dark, Robust taste’ corrisponde alla precedente classificazione ‘Grado A Dark Amber’. La variante GRADO A ‘Very Dark, Strong taste’, corrisponde alla precedente classificazione denominata ‘Grado C’. 

La classificazione del grado dello sciroppo d’acero viene effettuata principalmente in base al colore (dal più chiaro raccolto all’inizio della stagione al più scuro, ideale per lavorazioni industriali) e in base ad altre caratteristiche organolettiche. La purezza e il contenuto di zuccheri è pressoché costante.

In base al disciplinare di produzione, tutti gli sciroppi di GRADO A sono caratterizzati da un colore uniforme, trasparente, non torbido e privo di sedimenti.

Ecco un pratico prospetto dei diversi gradi dello sciroppo d’acero:

thumbnail

Grado A Golden Delicate Taste

Ex Light Amber (US Classification)
Nr.1 Extra light (Canadian Classification)
La percentuale di trasmissione della luce è superiore al 75%.

Il sapore è leggero e delicato. Il colore molto chiaro, semitrasparente e leggermente dorato.

thumbnail (1)

Grado A Amber Rich Taste

Ex Grado A Medium Amber (US Classification)
Nr.1 light (Canadian Classification)
La percentuale di trasmissione della luce oscilla tra il 60,5 e il 74%.

Il sapore si fa più dolce e deciso, il colore ambrato.

thumbnail (3)

Grado A Dark Robust Taste

Grado A Dark Amber (US Classification )
Nr.1 Medium (Canadian Classification)
La percentuale di trasmissione della luce oscilla tra il 44 e il 60,4%.

Il sapore di sciroppo d’acero diventa inconfondibile. Il colore è ambrato, con un retrogusto gentile e intenso. Questo sciroppo è il naturale complemento di waffles e pancakes nonché un dolcificante alternativo per tè e caffè.

thumbnail (2)

Grado A Very Dark Strong Taste

Grado C (US Classification)
Nr.3 Dark (Canadian Classification)
La percentuale di trasmissione della luce è inferiore al 26,9%.

Il sapore è forte, pieno, leggermente caramellato. Il colore è molto scuro. Si tratta di uno sciroppo comunemente utilizzato per realizzare caramelle e dolciumi.

Fonte: www.siropderable.ca, www.purecanadamaple.com

14 thoughts on “Gradi dello sciroppo d’acero: tutto quello che c’è da sapere

  1. Riccardo ha detto:

    C’è un metodo ufficiale per misurare la trasmittanza dello sciroppo d’acero ? Da casa posso fare qualcosa ?

    1. admin ha detto:

      Gentile Riccardo,

      per misurare la trasmittanza di un liquido è necessario uno strumento per la misurazione della trasparenza. Si tratta di apparecchiature elettroniche sofisticate da laboratorio. Gli stessi strumenti vengono utilizzati anche dagli ottici per misurare il grado di purezza di una lente. Purtroppo da casa non è possibile effettuare una simile misurazione.

      Restiamo a sua disposizione per maggiori approfondimenti.

  2. Lucia ha detto:

    Buona sera
    Uso lo sciroppo d’acero per i dolci ma spesso mi capita di trovare ricette dove invece del volume mi danno il peso
    Potreste dirmi il peso specifico per effettuare la conversione?
    Grazie mille

    1. MapleFarm ha detto:

      Accidenti, il volume?!
      Noi abbiamo spesso trovato peso o capacità, il volume non ci è mai capitato.

      In ogni caso, siamo ben lieti di aiutarla per quanto possibile.

      Come saprà, spesso il termine “peso specifico” è usato impropriamente come sinonimo di “densità” e per questo si trova molto spesso indicato come g/cm³ o kg/L o kg/dm³. In questo caso i grammi sarebbero da intendersi secondo un’obsoleta definizione di grammi peso, non grammi massa, dove 1 grammo peso è il peso di 1 grammo massa in condizioni di accelerazione di gravità standard.

      La differenza è sottile e per la verità all’atto pratico la si può spesso ignorare, ma è opportuno tener presente che mentre la densità è un rapporto tra una massa e un volume, il peso specifico è un rapporto tra un peso (quindi una forza) e un volume.

      Visto che il peso è pari alla massa moltiplicata per l’accelerazione di gravità espressa in g, il peso specifico (espresso in kgpeso/m³) e la densità hanno di conseguenza il medesimo valore solo se ci si trova in un punto dove l’accelerazione di gravità è esattamente uguale a gn (gravità standard che per convenzione è pari a 9,80665 m/s² cioè 1 g).
      – Fonte wikipedia e altri manuali vari di chimica –

      In generale, a meno di motivi specifici, potrebbe essere preferibile l’uso della densità, specie in cucina quando parliamo di ricette per dolci.

      Passiamo ai dati che ci richiede per lo sciroppo d’acero:
      densità: 1,320 kg/dm3
      peso specifico: 12.949,2 N/m3 o 12,949 N/dm3

      Non essendo degli scienziati di professione, se avessimo effettuato qualche errore di calcolo o definizione, ce ne scusiamo fin d’ora e chiediamo gentilmente di volercelo segnalare.

      Tornando alla conversione, se anziché il volume dovesse trovare nelle ricette il valore di peso e volesse convertirlo in valore di capacità, le consigliamo di effettuare una semplice proporzione sapendo che 1 l di sciroppo d’acero corrisponde a 1,320 kg di prodotto (v. etichetta).
      Oppure, come capita molto spesso anche a noi poiché il peso è un’unità di misura ricorrente nelle ricette, potrebbe semplicemente pesare lo sciroppo d’acero con una bilancia (magari può inserirlo in un recipiente e in bilancia avrà preventivamente sottratto la tara, oppure potrà sottrarla successivamente – con il metodo di calcolo a lei più congeniale – avendo avuto l’accortezza di pesarla prima di versarci il prodotto).

      Auspichiamo di poterle essere stati d’aiuto, cara Lucia.
      Se così non fosse, non esiti a contattarci di nuovo.

  3. Manuela ha detto:

    Buonasera, io utilizzo lo sciroppo d’acero x andare in bagno, sono stitica cronica, ma con lo sciroppo, diluito con acqua e limone la mattina appena sveglia a digiuno vado regolare tutto i giorni. È nel mio caso più efficace di tutte le medicine usate.
    Ho letto che è anche un brucia grassi, è vero?
    A che livello?
    Va preso puro e deluito per bruciare i grassi?
    Grazie

    1. MapleFarm ha detto:

      Salve Manuela,
      grazie per la tua testimonianza. In effetti, bere al mattino a digiuno un bicchiere d’acqua con aggiunta di succo di limone e un cucchiaio di sciroppo d’acero rappresenta un rimedio naturale contro la stipsi, poiché agevola il transito intestinale.

      Devi sapere che lo stesso cocktail – acqua, limone e sciroppo d’acero – favorisce anche il consumo di calorie.
      Per chi desidera perdere peso e, soprattutto, combattere il gonfiore, ritenzione idrica e cellulite, lo sciroppo d’acero si rivela molto prezioso. Aiuta infatti a depurare ed eliminare i liquidi in eccesso, soddisfacendo allo stesso tempo il fabbisogno di sali minerali.

      Nella dieta viene spesso utilizzato come dolcificante al posto dello zucchero, grazie al suo basso indice glicemico. (100 grammi di prodotto contengono circa 250 calorie).

      Il potere “brucia-grassi” dello sciroppo, a cui ti riferisci, è la capacità dello sciroppo d’acero di accelerare il metabolismo favorendo la termogenesi, ovvero il processo di produzione di calore che, comportando un dispendio energetico, favorisce anche il consumo di calorie.
      Ovviamente, in base all’effetto che si vuole ottenere, deve essere associato ad una dieta adatta, e può diventare così un modo “dolce” di perdere peso.

      Noi riportiamo la dieta del terapeuta igienista statunitense Stanley Burrough in due diversi post:
      https://www.maplefarm.it/la-dieta-allo-sciroppo-dacero/
      https://www.maplefarm.it/dieta-dello-sciroppo-dacero-il-drink-disintossicante/
      Il nostro consiglio è sempre e comunque quello di rivolgersi a un medico nutrizionista, e non cimentarsi in autonomia in diete drastiche.

      Diversi sono i benefici dello sciroppo d’acero, che riportiamo spesso nei nostri post:
      https://www.maplefarm.it/marzo-il-mese-della-nutrizione/
      https://www.maplefarm.it/8-benefici-dello-sciroppo-d-acero/

      Ti consigliamo di dare un’occhiata anche ai valori nutrizionali dello sciroppo d’acero:
      https://www.maplefarm.it/valori-nutrizionali-dello-sciroppo-dacero/

      Inoltre, forse non sai che lo sciroppo d’acero non fa solo bene al nostro organismo ma è utile anche al nostro pianeta:
      https://www.maplefarm.it/bere-sciroppo-dacero-aiuta-le-foreste-canadesi/

      Grazie per averci consentito di approfondire il discorso dei benefici dello sciroppo d’acero.

      Un suggerimento che diamo a tutti, è quello di seguirci su tutti i nostri canali o iscriversi alla nostra newsletter, per rimanere sempre aggiornati sui nostri approfondimenti.

  4. Antonio ha detto:

    Salve, quale sciroppo d’acero consigliate per reflusso gastrointestinale e per il caffé?
    Grazie

    1. MapleFarm ha detto:

      Buongiorno Antonio,
      per quanto riguarda l’utilizzo nel caffè, il Dark- Robust Taste è il tipo di sciroppo d’acero di Grado A generalmente consigliato. A noi però piace sottolineare sempre come, a parità di effetti benefici, la scelta del gusto di sciroppo d’acero sia anche molto personale: c’è chi ama i gusti più decisi e chi ama quelli più delicati. Certo il Dark è un ottimo compromesso: è adatto a dolcificare caffè, se ne suggerisce l’utilizzo su pancake e waffle, come nello yogurt ma anche diluito in acqua come bevanda dissetante ed energetica. E’ molto interessante anche l’abbinamento con i formaggi.

      Per quanto riguarda la sua domanda sul reflusso gastroesofageo, la scelta del tipo non incide poiché i benefici sono i medesimi. E’ molto importante piuttosto prestare attenzione sempre all’etichetta del prodotto e quindi verificare che si tratti sempre e solo di sciroppo d’acero 100% puro e naturale, come nel caso di MapleFarm.
      Ovviamente ci teniamo a precisare che lo sciroppo d’acero non è una medicina antireflusso.
      Come già certamente sa, per controllare e prevenire il reflusso i medici di norma suggeriscono alcune buone abitudini alimentari, prediligendo determinati cibi (poiché evitano o riducono la formazione di acido gastrico) ed escludendone altri.
      Tra gli elementi che acidificano per loro natura le nostre mucose e il ph del sangue ci sono diversi alimenti, alcuni troppo zuccherini per chi di reflusso soffre come ad esempio diversi tipi di dolcificanti o zuccheri, raffinati o meno.
      Tra i dolcificanti naturali che non sono stati esclusi dalle diete anti-reflusso, tra i pochi, c’è appunto lo sciroppo d’acero anche per l’azione protettiva che svolge a livello dello stomaco e dell’intestino e che può essere rilevante in caso di gastrite. Non vanno sottovalutate, a questo proposito, le sue proprietà emollienti.

      Ovviamente noi ci limitiamo a riporta le informazioni che raccogliamo da medici e nutrizionisti, oltre che dalle ricerche condotte dalla università specie quelle del Quebec. Non intendiamo in alcun modo sostituirci ai medici, non è il nostro ruolo, ma anzi consigliamo sempre vivamente di confrontarsi con specialisti soprattutto in presenza di patologie.

      Lo staff MapleFarm

  5. Federica ha detto:

    Buon pomeriggio, vorrei sostituire lo sciroppo di mais con lo sciroppo d’acero nella preparazione di dolci; posso usare le stesse quantitá o devo aumentare/diminuire? e per avere la stessa consistenza devo aumentare/diminuire la temperatura? grazie mille

    1. MapleFarm ha detto:

      Buongiorno Federica, per sostituire la quantità di sciroppo di mais richiesta in una ricetta puoi utilizzare la stessa quantità di sciroppo d`acero. Per quanto riguarda la consistenza, non esistono indicazioni poiché sono entrambi già allo stato liquido.

      La differenza sostanziale, oltre alla sua bontà, è che lo sciroppo d’acero si rivela un prezioso alleato per la salute poiché contiene potassio, calcio e altri minerali. Per approfondimenti puoi seguire il link: https://www.maplefarm.it/valori-nutrizionali-dello-sciroppo-dacero/

      Provalo e facci conoscere il tuo parere.
      A presto!

      Lo Staff di MaplaFarm

  6. Marina Bodrick ha detto:

    Salve, io ho letto il vostro articolo, ma ho ancora dei dubbi sulla scelta di quale grado sia migliore fra quello chiaro o scuro. Vorrei sapere se il grado C dello sciroppo d’acero ha piú proprietà benefiche rispetto a quello di grado A. In breve contiene piú benefici il grado A o C?Vorrei saperlo indipendentemente dal gusto perché vorrei ottenere piú i benefici dell’assunzione che utilizzarlo come dolcificante.
    Vi ringrazio in anticipo se riuscite a risolvermi questo mio dubbio.

    1. MapleFarm ha detto:

      Buongiorno Marina, i valori nutrizionali dello sciroppo d’acero non variano a seconda della classificazione.
      Può trovare approfondimenti sull’argomento al seguente link link https://www.maplefarm.it/valori-nutrizionali-dello-sciroppo-dacero/

      Lo sciroppo d’acero canadese puro contiene molti elementi antiossidanti attivi, come polifenoli, oligoelementi e vitamine.
      Secondo studi recenti, sembrerebbe che più scuro è il grado di sciroppo d’acero, maggiore sia l’attività antiossidante. (Fonte: https://www.puremaplefromcanada.com/benefits-of-maple-syrup/antioxidants-in-maple-syrup/).

      Se fosse interessata ad approfondire la classificazione dello sciroppo d’acero canadese, può trovare maggiori dettagli al link https://www.maplefarm.it/gradi-dello-sciroppo-d-acero/

      Una grande differenza la fa certamente il gusto personale e l’utilizzo.

      Grazie per averci contattato e per averci posto una questione di sicuro interesse per tutti.
      Continui a seguirci: le vostre domande sullo sciroppo d’acero sono preziose e ci offrono importanti spunti per ulteriori approfondimenti.

      Il post di questa pagina è di qualche anno fa, ma ogni giorno il nostro staff approfondisce studi e ricerche per fare in modo che i consumatori siano sempre aggiornati.

      Non esiti a contattarci per qualsiasi ulteriore chiarimento.
      A presto
      Lo staff di MapleFarm

  7. paola ha detto:

    Da diverso tempo sto utilizzando lo sciroppo d’acero anche come dolcificante dopo aver letto le proprietà e i benefici su sorgentenatura. Personalmente non sapevo che ce ne fossero diversi tipi, usandolo semplicemente come dolcificante e qualche volta nelle preparazioni dolci quale consigliate di prendere? Grazie mille

    1. MapleFarm ha detto:

      Buongiorno Paola,
      grazie per la sua domanda davvero molto pertinente che dimostra grande attenzione ed un consumo consapevole del prodotto.
      Non è la prima persona che ci chiede e a breve dedicheremo un articolo sull’argomento all’interno del nostro Maple Blog, proprio per chiarire le differenze principali.

      Innanzitutto, proprietà e benefici non cambiano in base alla classificazione; la cosa importante è che lo sciroppo d’acero sia puro al 100%, senza aggiunta di zucchero e conservanti.
      La differenza è dovuta al periodo di raccolta: il Golden è il primo ad essere raccolto e il Very Dark è l’ultimo della stagione; il primo ha una % di trasmittanza che va da 75% a 100% (valore % di luce che attraversa il campione) ed ha un colore più chiaro, mentre l’ultimo da 0% a 24,9% ed è più scuro.

      Una sostanziale differenza la fa anche il sapore: il golden ha un gusto delicato mentre il very dark ha un sapore decisamente più forte e dal sentore maggiormente caramellato.

      La scelta ricade molto sul gusto personale, anche se il golden è ritenuto più adatto ad un utilizzo puro mentre il Very Dark è spesso utilizzato nelle ricette come sostituto di zucchero, miele o melassa.

      Nel suo caso, le consiglieremmo il DARK ROBUST TASTE (lo trova in bottiglietta di vetro, caraffa e anche nella versione BIO) che forse risulta il più versatile.
      Il Dark Robust Taste può essere un abbinamento interessante anche con i formaggi al posto del miele. Se lo prova, ci faccia sapere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *